Magazine

Fondazione Giovanni Paolo II / Magazine (Page 4)

L’Iraq durante gli ultimi decenni non ha vissuto tempi facili: dal regime autoritario di Saddam Hussein e la sanguinosa guerra con il vicino Iran, fino al più recente periodo in cui lo Stato Islamico ha dominato ampie parti del territorio iracheno dal 2014 al 2017, perpetrando crimini contro l’umanità e distruggendo il ricco patrimonio culturale presente, gli iracheni non hanno avuto pace....

Abuna Ibrahim Faltas, lei è francescano, è da oltre venti anni protagonista della vita di Betlemme e di Gerusalemme, conosce meglio di chiunque altro tutto il Medio Oriente, la sua storia e i suoi problemi, come le potenzialità. Quale è la situazione della Palestina dopo oltre un anno di Covid?...

Spesso, soprattutto al ritorno da un pellegrinaggio in Terra Santa, si ha l’impressione che il cammino ecumenico, che ha donato ai cristiani tanti e tanti frutti, talvolta non sempre tutti conosciuti e condivisi, faccia fatica a affermarsi là dove Gesù ha vissuto e l’esperienza cristiana è nata. Questa impressione, spesso avvalorata da incontri personali in alcuni luoghi di culto, viene rafforzata dalle immagini di scontri tra cristiani che certi media e social fanno rimbalzare in tutto il mondo per alimentare l’idea che i cristiani non riescano a superare il tempo delle contrapposizioni e delle divisioni....

La Chiesa Luterana in Giordania e Terra Santa (Evangelical Lutheran Church in Jordan and the Holy Land - ELCJHL) da anni è impegnata nella promozione dell’unità dei cristiani in Medio Oriente, con un’attenzione particolare per la costruzione della pace, grazie al contributo dei cristiani, chiamati a testimoniare, insieme, l’amore misericordioso di Dio che aiuta la riconciliazione delle memorie....

L’Istituto “Effetà Paolo VI” di Betlemme, scuola specializzata per la rieducazione fonetica dei bambini audiolesi della Palestina, fu inaugurato il 30 giugno del 1971. La sua origine, però, affonda le radici in un momento storico, quello del viaggio in Terra Santa di san Paolo VI nel 1964. Un evento davvero indimenticabile, visto che si trattava del primo Papa a tornare laddove tutto per i cristiani era cominciato. Durante il viaggio, Paolo VI ebbe modo di constatare la presenza di un gran numero di bambini non udenti che non ricevevano adeguata assistenza ed espresse il desiderio che nascesse un’opera destinata alla loro riabilitazione....

Era il 4 gennaio del 1964 quando papa Paolo VI arrivò a Gerusalemme, entrando dalla porta di Damasco per recarsi al Santo Sepolcro. Quello di Paolo VI fu un viaggio storico e indimenticabile per la Terra Santa: era infatti la prima volta che un successore di Pietro faceva ritorno nei luoghi dove era nato e vissuto Gesù, dove era nata la Chiesa, dove «tutti siamo nati», come recita il salmo. Erano gli anni del Concilio Vaticano II, e papa Paolo VI volle fortemente quel viaggio....

Tra la Fondazione Giovanni Paolo II e l’Istituto Effetà si è costruito nel tempo un rapporto di grande affetto e collaborazione. Quando si tratta di opere concrete, nel caso specifico centinaia di bambini e ragazzi palestinesi audiolesi che hanno bisogno urgente, e qualche volta disperato, di cure e assistenza, certe fedeltà possono anche essere pesate e misurate....

Iscriviti alla newsletter