Blog

Fondazione Giovanni Paolo II / Magazine  / La Fondazione Giovanni Paolo II aderisce alla marcia per la pace di sabato 27 gennaio ad Arezzo

La Fondazione Giovanni Paolo II aderisce alla marcia per la pace di sabato 27 gennaio ad Arezzo

La Fondazione Giovanni Paolo II parteciperà sabato Marcia per la Pace per le strade di Arezzo.

Il ritrovarsi, donne e uomini, di religioni e culture diverse, uniti dal ricordo, dalla memoria, in cammino per chiedere la pace è importante in questo particolare momento storico che stiamo vivendo. Camminare insieme è un segno di speranza e, al tempo stesso, di vicinanza con coloro che non possono farlo perché sotto le bombe o abitanti di Paesi non democratici.

In queste settimane nelle quali le uniche voci che ascoltiamo sono il grido di chi viene ucciso, torturato, oppresso in molti Paesi del mondo, noi in silenzio cammineremo l’uno accanto all’altro, perché ogni donna o uomo è mio fratello e sorella.

La Fondazione Giovanni Paolo II, nata oltre 25 anni fa, aderisce e chiederà ai suoi amici e sostenitori di partecipare alla Marcia per ribadire la centralità dell’uomo e dei suoi diritti: diritto alla pace, diritto al lavoro, diritto all’assistenza sanitaria, diritto allo studio, diritto all’infanzia. Le guerre che stanno flagellando il nostro mondo, l’unico che abbiamo, stanno provocando vittime soprattutto fra i bambini e le bambine, fra le donne, fra gli anziani e le persone con disabilità. Questo per noi è inaccettabile.

«Non si deve permettere che la sciagura di una guerra mondiale con le sue rovine economiche e sociali e le sue aberrazioni e perturbamenti morali si rovesci per la terza volta sull’umanità», disse papa Pio XII nel messaggio al mondo in occasione del Natale del 1941.

 

Iscriviti alla newsletter