Sabato 8 giugno, presso il Seminario Vescovile di Fiesole, abbiamo avuto l'onore di presentare il libro "Pellegrino di Pace" di Padre Ibrahim Faltas. Questo libro raccoglie gli scritti del francescano pubblicati sulla rivista Colloquia Mediterranea della Fondazione Giovanni Paolo II, oltre a una selezione di sue e-mail inviate agli amici nel corso degli anni. Un Viaggio tra Italia e Medio Oriente Attraverso le pagine di questo libro, Padre Faltas condivide i racconti dei suoi numerosi viaggi in Italia e in Medio Oriente, offrendo riflessioni profonde non solo sui progetti della fondazione, ma anche sulla realtà delle popolazioni e delle terre tra le più belle e tormentate del mondo. Queste regioni, infatti, affrontano costantemente situazioni di guerra e difficoltà continue, e le parole di Padre Faltas danno voce a queste esperienze con un tono di speranza e fede. Una Visione sulla Complessità Storica Le pagine del libro offrono una visione sulla complessità storica del Medio...

Dopo alcuni mesi di pausa dovuta a complesse situazioni locali, riprende il flusso di medicinali che la Fondazione Giovanni Paolo II e il Movimento dei Focolari hanno da tempo attivato in collaborazione con il Vicariato Apostolico di Beirut dei Latini, a beneficio di centinaia di famiglie libanesi in difficoltà. Questo progetto, essenziale per sostenere la popolazione in un periodo di grave crisi, rappresenta un esempio concreto di solidarietà internazionale. A fine mese, d'intesa con la Cooperazione Civile e Militare (CIMIC - NATO), partiranno dall'aeroporto militare di Pratica di Mare alla volta del Libano 6 pallets di medicinali raccolti in tutto il territorio nazionale. Questo invio è il frutto di un grande impegno collettivo, che ha visto la partecipazione di numerose realtà locali e nazionali. Un ringraziamento particolare va al Ministero della Difesa per la riattivazione di questo importante canale umanitario, che si sta rivelando sempre più prezioso a causa della grave situazione...

L'8 giugno alle ore 17 presso l'aula magna del seminario di Fiesole si terrà la presentazione del libro "Pellegrino di pace". Pellegrino di pace, di padre Ibrahim Faltas, raccoglie i suoi scritti pubblicati sulla rivista della Fondazione Giovanni Paolo II, Colloquia Mediterranea. Accanto a questi articoli sono state qui raccolte alcune sue e-mail inviate agli amici in questi anni, sui suoi numerosi viaggi in Italia e in Medio Oriente. Padre Faltas è un instancabile pellegrino, che, come San Francesco, incontra e dialoga con tutte le persone che incontra. Affronta le situazioni quotidiane della vita, talvolta belle, altre volte complesse e delicate, come quelle che vivono molte popolazioni del Medioriente. I suoi articoli sono brevi, scritti con stile giornalistico, e noi abbiamo deciso di non appesantirli con note o commenti proprio per mantenere gli scritti nella loro freschezza originale. Sono pagine che aiutano a comprendere la complessa situazione del Medioriente, a orientare il...

Oggi, 25 aprile, in occasione della Festa della Liberazione Italiana, Civitella in Val di Chiana ospita una commemorazione solenne, alla quale il Vescovo Luciano Giovannetti, Presidente Onorario della Fondazione Giovanni Paolo II, è presente come testimone e sopravvissuto dell'orrore del 29 giugno 1944. Questo evento commemora gli 80 anni dall'eccidio, quando le truppe nazifasciste compirono una strage che segnò profondamente la storia della comunità. Il Vescovo Luciano, che da bambino visse l'orrore di quei giorni, è tornato nella sua città natale per onorare la memoria delle vittime e testimoniare la determinazione della comunità nel perseguire la pace e la riconciliazione. Accanto a lui, altri due sopravvissuti all'eccidio si uniranno alla commemorazione, insieme al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. La storia personale di Luciano Giovannetti è intrecciata con gli eventi drammatici di Civitella. Nato nel piccolo paese toscano, Luciano visse da vicino l'orrore dell'eccidio quando aveva solo dieci anni. Assieme alla madre, si...

Giovedì 18 aprile 2024  si è svolta presso la Sala Blu del Fuligno (FI) la giornata della restituzione. Gli studenti di 6 istituti scolastici - l'Istituto Giovanni XXIII di Terranuova Bracciolini (AR), l'Istituto Tecnico Galileo Galilei (AR), il Liceo Scientifico Gramsci (FI), l'Istituto Machiavelli (FI), l'Istituto Balducci Pontassieve (FI), il Liceo Scientifico Galileo Galilei (SI) - accompagnati dai loro insegnanti, hanno illustrato i loro 29 progetti, suscitando interesse, partecipazione ed emozione nel raccontare le esperienze vissute. Al centro della giornata si è effettuato un collegamento audio-video da Gerusalemme con Padre Ibrahim Faltas, una classe di studenti di Gerusalemme e due insegnanti del Terra Sancta School. Gli studenti si sono confrontati, hanno posto domande sulla difficile situazione che quelle popolazioni stanno vivendo: un dialogo serio e costruttivo che ha trovato un momento culminante nel monologo recitato in italiano da uno studente del Terra Sancta School. Alla giornata hanno portato i loro saluti: Lorenzo...

Firenze ha vissuto tre giorni di energia giovanile con l'evento Francesco Live 2024, che ha attratto ben 1700 partecipanti. La Fondazione Giovanni Paolo II ha preso parte all'evento con un workshop il sabato 13 aprile presso la sala degli Otto di Palazzo Vecchio. Con il tema "Un sogno sostenibile", il presidente Andrea Bottinelli insieme a Renato Burigana, Alessandro Martini e Maurizio Artale hanno guidato una sessione di formazione, offrendo ai giovani presenti un'opportunità unica di apprendimento e condivisione di idee....

Il Consiglio dei Giovani del Mediterraneo inaugurerà la sua sede ufficiale presso il Seminario Vescovile di Fiesole  martedì 16 aprile 2024 alle ore 16. All'inaugurazione interverranno S.E. Mons. Giuseppe Baturi, segretario della Conferenza Episcopale Italiana e l'Ambasciatore Pasquale Ferrara, Direttore Generale per gli Affari Politici e la Sicurezza del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. Inoltre, saranno presenti cinque giovani che rappresenteranno i delegati. L'ufficio fungerà da sede ufficiale per gli incontri della rete "Mare Nostrum", composta dalle quattro realtà coinvolte nel progetto: la Fondazione Giovanni Paolo II, la Fondazione Giorgio La Pira, il Centro Internazionale "Giorgio La Pira" e l'Opera per la Gioventù "Giorgio La Pira". La sede sarà il luogo dove i 40 delegati provenienti da più di 18 paesi si incontreranno una volta all'anno per discutere temi come la pace, il dialogo interreligioso e il ruolo dei giovani nella realtà politica, economica e sociale del Mediterraneo. Puoi...

Il 4 aprile scorso, il Consiglio dei Giovani del Mediterraneo, nato a seguito degli incontri dei Vescovi del Mediterraneo a Firenze del 2022, ha incontrato a Bruxelles le Istituzioni europee per discutere di temi riguardanti il futuro dei giovani, la pace tra i popoli e il dialogo interreligioso. All'incontro hanno partecipato la Dottoressa Roberta Metsola, Presidente del Parlamento europeo, Mons. Mariano Crociata, Presidente della Commissione degli Episcopati dell’Unione Europea, l'europarlamentare Beatrice Covassi, Patrizia Giunti, Presidente della Fondazione La Pira, 4 Giovani del direttivo e Tina Hamalaya, segreteria operativa del Consiglio dei Giovani del Mediterraneo della Fondazione Giovanni Paolo II. ...

Condividiamo con voi questa grande gioia, dopo 6 anni dalla presentazione del progetto provvisorio e un lunghissimo iter burocratico caratterizzato da blocchi e rinvii, finalmente il sogno di don Pino Puglisi si comincia a realizzare! Il 13 marzo 2024 infatti, il Consiglio Comunale di Palermo ha approvato la variante urbanistica, atto indispensabile alla realizzazione dell'opera. Intorno al mese di giugno inizierà la fase esecutiva del progetto, che dovrebbe essere realizzato entro il 2026. Ringraziamo tutti i donatori che ci hanno supportato in questo percorso per la costruzione dell’asilo nido Brancaccio a Palermo....

Cari Amici della Fondazione, In questi giorni scriviamo sui nostri social, sulla nostra pagina web, “un posto sicuro” per i bambini di Betlemme. Poche parole sufficienti ad unirci in un abbraccio dilatato a raggiungere quella terra e quel luogo origine e ispirazione dei Fondatori della Fondazione. “Posto-Sicuro-Bambini-Betlemme” sono i punti cardinali che riconfigurano lo spazio dove è ancora possibile sperimentare la speranza ferita a morte dalle terribili conseguenze della violenza, ferocia, assenza di umanità negli uomini che nessun secolo ha limitato (la guerra Israele-Hamas). Il posto: la nostra sede di Betlemme. Un’ampia area a giardino nelle immediate vicinanze del centro storico dove si impongono le architetture degli edifici che sfiorano la bellezza di forma e colore e che già ospitano –per le attività extrascolastiche – i bambini delle famiglie betlemite. Sicuro: perché assicura. Ha una funzione protettiva per cui ci si sente al sicuro e si ritrova un senso di tranquillità, aiuta ad abbandonare le...

Iscriviti alla newsletter