Magazine

Betlemme è la città dove è nato Gesù Bambino, è la città dei bambini, anche per noi, che quando entriamo a visitare la Basilica della Natività proviamo l’emozione, che provavamo da bambini quando si avvicinava il Natale. Oggi facciamo fatica a respirare l’aria del Natale, che tutto l’anno accompagna la vita a Betlemme. A distanza di cinque mesi dall’inizio dell’atroce e disumano conflitto tra Israele e Hamas, che ha visto la morte e il ferimento di migliaia e migliaia di bambini, anche i nostri bambini stanno pagando le conseguenze di questa guerra. Sono stati privati, dal ritmo della vita di tutti i giorni. Sono chiusi insieme alle loro famiglie dentro la città con l’impossibilità di uscire dalla città e si è insediata nei loro cuori la paura, la paura quando hanno sentito passare i missili sopra la città di Betlemme, il suono è talmente forte che terrorizza grandi e piccini. Provate ad...

La Fondazione Giovanni Paolo II, insieme al Punto Famiglia Villa Pettini, la Fraternità della Visitazione e la Formica, ha avviato il progetto “Il tavolo di Villa Pettini: una comunità che accoglie e include” per l’integrazione sociale delle persone che vivono in condizioni di difficoltà socio-economica, in particolare dei migranti presenti nel territorio. Il progetto, finanziato dalla Regione Toscana e sostenuto dalla Conferenza dei Sindaci del Valdarno, è già iniziato nei precedenti mesi con attività preparatorie, ma dal 14 febbraio 2024 entrerà nella sua fase operativa definitiva. Questo prevede l’apertura di uno sportello volto a offrire servizi di orientamento lavorativo, sostegno e contributo abitativo, assistenza legale nonché mediazione culturale. Inoltre, sono previsti percorsi di formazione lavorativa. Lo sportello sarà disponibile, previo appuntamento, ogni mercoledì dalle 15 alle 18 presso l’Oratorio Giglio (Via Michelangelo,1 Montevarchi), l’Oratorio Don Bosco (via Papa Giovanni XXIII, 2 San Giovanni V.no) oppure presso la sede della Caritas (Piazza Masaccio,...

La Fondazione Giovanni Paolo II, che da oltre venticinque anni opera in Medio Oriente ricerca quattro giovani per il servizio civile. I Paesi di intervento sono il Libano e la Giordania. In Libano ci ricercano figure per un progetto teso a migliorare le condizioni socioeconomiche e ambientali delle comunità rurali, valorizzando le risorse naturali attraverso modelli sostenibili di consumo e sviluppo. In Giordania si ricercano figure per un progetto di supporto ai servizi a favore dei minori audiolesi in ambito di educazione inclusiva e sanitario. L’impegno richiesto sarà di 12 mesi, con una media di 25 ore di servizio settimanale. I giovani interessati possono inviare le loro candidature fino alle ore 14 del 15 febbraio 2024. Il Bando si può leggere integralmente su https://www.scelgoilserviziocivile.gov.it/leggi-il-bando/il-testo/. Per avere maggiori informazioni si può scrivere a s.ferrari@fondazionegiovannipaolo.org. È possibile inviare la candidatura, unicamente online, al link https://domandaonline.serviziocivile.it/. Per ciascun Paese trovi la scheda sintetica del progetto cliccando i link di sotto: “Caschi Bianchi per...

Ciao, sono Mara, una volontaria del Servizio Civile Universale con la Fondazione Giovanni Paolo II in Libano. Fra tutti i posti del mondo, ho scelto il Libano. Perché il Libano è stimolante e ti pone davanti continue sorprese. È un Paese ricco di contrasti, lussuosi edifici accanto alle case in rovina, notti di festa a Beirut e brulicanti vicoli nei tradizionali suq di Saida e Tripoli, montagne innevate che guardano verso il mare scintillante. Un luogo dove nulla funziona propriamente ma tutto procede comunque. Il Libano è dove, grazie alle mille sfide ed ai quotidiani disagi (dalla connessione tremendamente lenta, alla mancanza di elettricità o acqua corrente, dalle situazioni geopolitiche imprevedibili alle costanti incertezze, solo per citarne alcune), imparo ad adattarmi alle più mutevoli circostanze. È dove trovo in me nuove risorse mentre continuo ad esplorare il Paese e ad immergermi nella sua cultura, nelle sue tradizioni e nelle sue infinite identità. Il Servizio...

La Fondazione Giovanni Paolo II, che da oltre venticinque anni opera in Medio Oriente, ed è riconosciuta sia dallo Stato di Israele che dall’Autorità Nazionale Palestinese, aderisce all’appello promosso dalla rete nazionale AssisiPaceGiustizia. Domenica 4 febbraio sarà presente in Palazzo Vecchio e invita i suoi amici e sostenitori a prendervi parte. Così come convintamente abbiamo partecipato lo scorso 23 ottobre alla fiaccolata silenziosa promossa da padre Bernardo Gianni. Un momento condiviso con molte migliaia di persone di tutte le fedi e di diverse appartenenze politiche ma unite dal chiedere la pace. Unite dal camminare insieme, l’una accanto all’altra, portando una candela per illuminare il percorso. La Fondazione si unisce oggi, come ha sempre fatto in passato, nel chiedere che si realizzi senza più indugi e tentennamenti la soluzione dei «due popoli in due Stati», l’unica via per una pace duratura in Medio Oriente. Oggi in questi giorni bui che stiamo vivendo, l’individuazione di...

La Fondazione Giovanni Paolo II parteciperà sabato Marcia per la Pace per le strade di Arezzo. Il ritrovarsi, donne e uomini, di religioni e culture diverse, uniti dal ricordo, dalla memoria, in cammino per chiedere la pace è importante in questo particolare momento storico che stiamo vivendo. Camminare insieme è un segno di speranza e, al tempo stesso, di vicinanza con coloro che non possono farlo perché sotto le bombe o abitanti di Paesi non democratici. In queste settimane nelle quali le uniche voci che ascoltiamo sono il grido di chi viene ucciso, torturato, oppresso in molti Paesi del mondo, noi in silenzio cammineremo l’uno accanto all’altro, perché ogni donna o uomo è mio fratello e sorella. La Fondazione Giovanni Paolo II, nata oltre 25 anni fa, aderisce e chiederà ai suoi amici e sostenitori di partecipare alla Marcia per ribadire la centralità dell’uomo e dei suoi diritti: diritto alla pace, diritto al...

«La situazione in Israele e Palestina è molto complessa, difficile, peggiora ogni giorno che passa. La guerra si sta allargando a tutto il Medio Oriente. Dobbiamo chiedere con forza la pace, il cessate il fuoco immediato», queste le prime parole di padre Ibrahim Faltas, vicario della Custodia di Terra Santa, intervenuto a Firenze a una serata di riflessione sulla situazione in Medio Oriente. L’incontro promosso da Alessandro Tonelli, presidente del Rotary Club di Fiesole e da Andrea Bottinelli, presidente della Fondazione Giovanni Paolo II ha visto la partecipazione di molti Rotary Club dell’area fiorentina. Oltre 200 persone hanno affollato l’auditorium dell’Innovation Center, realizzato sui lungarni fiorentini, recuperando l’antico Granaio dell’Abbondanza, costruito nel 1695 per il Granduca Cosimo III dei Medici. Fra i partecipanti, alla serata, anche il segretario generale della Camera di Commercio, Giuseppe Salvini, l’imprenditore Giammarco Piacenti, il presidente dell’Ordine dei Giornalisti toscani, Giampaolo Marchini, il direttore della Fondazione Cassa di Risparmio,...

Il Servizio Civile è un’opportunità di formazione, di crescita personale e di educazione alla cittadinanza attiva che contribuisce allo sviluppo sociale, economico, ambientale e culturale dei paesi dove si svolge. Ti invitiamo a leggere attentamente il testo integrale del Bando al seguente link, per scoprirne tutti i vantaggi e le opportunità https://www.scelgoilserviziocivile.gov.it/leggi-il-bando/il-testo/ La Fondazione Giovanni Paolo II offre a 4 giovani tra i 18 e i 28 anni la possibilità di vivere un'esperienza significativa come operatori volontari in Libano e in Giordania. In Giordania, il progetto si concentra sul supporto ai servizi a favore dei minori audiolesi in ambito di educazione inclusiva e sanitario. Mentre in Libano, l'obiettivo del progetto è contribuire al miglioramento delle condizioni socio-economiche e ambientali delle comunità rurali, valorizzando le risorse naturali attraverso modelli sostenibili di consumo e sviluppo. L'impegno richiesto sarà di 12 mesi, con una media di 25 ore di servizio settimanale. I giovani interessati possono inviare le loro candidature...

Le nuove date del Servizio di Sostegno e Informazione per Stranieri sono disponibili! Lo sportello offre supporto socio-lavorativo, abitativo e orientamento legale. In particolare è possibile richiedere: -    Assistenza su permessi di soggiorno e ricongiungimenti familiari. -    Supporto nelle problematiche relative ai contratti di lavoro e affitto. -    Sostegno nella ricerca di una casa e nelle relazioni con i proprietari. -    Informazioni su affitto e acquisto immobili. -    Sostegno nella ricerca del lavoro e di corsi di formazione. -    Sostegno nella compilazione del curriculum e della lettera di presentazione. L’ufficio è aperto ogni mercoledì su appuntamento dalle 15 alle 18, in Via Concini 40, a Terranuova Bracciolini. Per appuntamenti: inviare un messaggio via Whatsapp a 353 439 0762 oppure scrivere una mail all'indirizzo: sportellivaldarno@gmail.com o contattare direttamente i servizi sociali In allegato il calendario delle aperture da gennaio ad aprile 2024: Calendario sportello 2024    ...

Firenze, Natale 2023 Nella Chiesa di Santa Maria della Pieve in Arezzo, appena varcata la soglia – sulla destra– ci introducono al sacro nove volti di una sofferenza lontana, silenziosa, anonima. Quei volti sono stati scelti da una cartella ricca di altre eloquenti immagini dagli studenti che hanno partecipato al “Progetto Uomo” organizzato dalla Fondazione dal 29 novembre al 1° dicembre. Sono volti che potremmo incontrare tutti i giorni nelle nostre città; volti che raccontano la stessa periferia che nella notte di Betlemme si è popolata degli esclusi mentre si avvicinavano alla Grotta e che ancora oggi chiedono che quella Speranza incarnata non resti confinata nei territori delle sole buone dichiarazioni, come avrebbero il diritto di rimproverarci poiché privati di ogni futuro – come sono – a causa dei conflitti che ancora infiammano alcune regioni del mondo; conflitto in Afghanistan, guerra civile in Myanmar, crisi dello Yemen, guerra russo-ucraina, guerra di Gaza...

Iscriviti alla newsletter